Microelementi in soluzione contro le microcarenze.

IL Naturalmicro è una miscela fluida di microelementi contenente ferro, rame, zinco, manganese, molibdeno e tracce di silicio e sodio, disperse in una soluzione di acido citrico e acetico.
Il prodotto è costituito in prevalenza da solfati che apportano zolfo e quindi non è miscibile con sali di calcio in fertirrigazione.

Si utilizza alla dose di 20-50 kg /ha distribuiti a fine concimazione in fertirrigazione .

La coltivazione con il Naturalmicro prevede la distribuzione ogni 15-20 giorni dall’impianto a fine raccolta, salvo casi di maggiore necessità per terreni che manifestano delle accentuate microcarenze.

Il Naturalmicro consente alle piante di prevenire e curare le carenze dei metalli contenuti e di abbassare il ph del terreno per la sua caratteristica di soluzione acida ricca di acidi carbossilici.
La quantità di micrelementi apportata con il prodotto alle dosi consigliate consente di avere una ottima micronutrizione con piante che crescono robuste e sane.

Il Naturalmicro aumenta la produzione di fitoalessine naturali nelle piante che inoltre, aumentano lo sviluppo delle radici con maggiore perlustrazione e assorbimento degli elementi nutritivi.
Ne consegue un aumento metabolico e uno sviluppo accentuato delle piante trattate.

I frutti prodotti con l’utilizzo del Naturalmicro hanno una migliore colorazione e sorbevolezza in quanto i microelementi consentono alle piante di produrre più zuccheri e aumentarne la qualità.

Il Naturalbio è utilizzabile anche in trattamenti fogliari alle dosi variabili da coltura a coltura, orientativamente si utilizza la dose di 200-250 gr/100 lt di acqua per colture a foglia larga e piante in fioritura. Per piante meno sensibili alla concentrazione salina si può aumentare la dose fino a 500 gr /100 lt . E’ opportuno fare dei saggi per verificare coltura per coltura la giusta dose .

Le piante da trattare con il Naturalmicro fogliare devono essere ben irrigate in quanto i sali minerali contenuti possono aumentare la concentrazione nelle cellule con possibile tossicità nei tessuti.
Questo fenomeno può avvenire in quanto i sali minerali che entrano nelle foglie legano a se l’acqua e quindi aumentano la concentrazione all’interno delle cellule, con conseguente blocco enzimatico e conseguente morte cellulare.

Il Naturalmicro, distribuito in fertirrigazione, esercita sulle piante un effetto protettivo verso gli attacchi dei patogeni del terreno.
Una maggiore resistenza ai funghi è l’effetto secondario che si ottiene con l’utilizzo del prodotto in coltivazione in quanto piante sane e robuste resistono meglio alla avversità climatiche e agli attacchi di funghi e batteri. Inoltre la concentrazione elevata di metalli nelle cellule rende più resistente le piante per una minore disponibilità di acqua per il micelio fungino.

In un piano di concimazione il Naturalmicro esercita il ruolo di integratore di microelementi induttore di resistenza ai funghi e batteri e regolatore di ph nel terreno.